Scienza nelle piccole cose #2 – Lavare i piatti

A meno che voi non siate mostruosamente ricchi o incredibilmente fortunati (o entrambi), ogni tanto dovete lavare i piatti, giusto? Un compito noioso, che prevede di inzupparsi i polsini, farsi venire le mani secche e trattare oggetti unti e bisunti. Lavare i piatti non è il lavoro che detesto di più (quello che odio maggiormente è spolverare), ma non posso non pensare a quanto più difficile sarebbe senza l’aiuto della chimica.

Perché? Beh, pensate a quella teglia incredibilmente sporca. Oh, sì le lasagne che avete cucinato erano deliziose, ma adesso lavare la teglia senza sapone solo con acqua e olio di gomito è un lavoro ingrato, no? La chimica ci aiuta in questo lavoro con i tensioattivi.

I tensioattivi sono molecole sorprendentemente utili, composti da due parti: una testa idrofila, che è attratta e tende a essere solubilizzata dall’acqua, e una coda idrofobica, che viene respinta dall’acqua. I tensioattivi hanno molti usi; nei detersivi sono impiegati per la loro capacità di creare micelle. E che sono? Calmi, ora vi spiego.

Le micelle sono aggregati di tensioattivi, che si organizzano per formare una specie di bolla. In acqua, i tensioattivi si dispongono con la testa idrofila rivolta verso l’acqua e la coda idrofobica rivolta verso l’interno, il più possibile lontana dall’acqua.

 

Tensioattivi micella

This image is from Wikipediahttp://en.wikipedia.org/wiki/File:Micelle.png
 

Ora, visto che lo sporco è generalmente costituito da sostanze grasse che non sono affini all’acqua, esso tende ad essere inglobato nelle micelle. Intrappolato all’interno di uno strato di tensioattivi, lo sporco può facilmente essere allontanato dall’azione meccanica. Facile, no?

Inoltre i tensioattivi hanno la capacità di abbassare la tensione superficiale tra un liquido (l’acqua in questo caso) e un solido (i vostri piatti sporchi), aumentando il potere bagnante dell’acqua. E’ lo stesso che accade quando fate una doccia. Avete mai notato che il vostro corpo sembra respingere l’acqua a meno che non usiate un sapone? Questo dipende dal fatto che il nostro corpo è costituito per la maggior parte da molecole idrofobiche. I tensioattivi contenuti nei saponi e negli shampoo aiutano sia a bagnare il nostro corpo che a rimuovere lo sporco.

Ricordate: la chimica è ovunque! Pensateci la prossima volta che lavate i piatti.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s