Alla ricerca di un lavoro #1 – Quando l’odissea comincia..

Ci sei. Ce l’hai fatta. Finalmente, ti sei laureato. Adesso hai quel dannato pezzo di carta sul tuo muro.

Ora sei esattamente dove volevi essere, sei esattamente dove hai lavorato così duramente per arrivare, sei nel posto dove non tutti siamo stati, almeno una volta nella vita: da nessuna parte.

C’è un breve periodo, dopo la laurea, in cui ti senti così bene. Fai festa con i tuoi colleghi universitari, con gli amici, con la famiglia, ricevi dei regali, festeggi alla grande, stai in piedi tutta la notte, leggi tutti i romanzi che hai lasciato indietro in questi anni, fai tutte le cose che non sei riuscito a fare per colpa dello studio. Ti senti di nuovo una persona e non uno studente psicotico.

Poi quel breve periodo finisce. E tutto quel che ti rimane è un grosso punto interrogativo. Che cosa farai adesso? Che cosa ci si aspetta che tu faccia alla fine dei festeggiamenti? Nessuno ti ha mai parlato di questa parte. Dovresti ancora saltellare sue e giù per la gioia, ti sei laureato! Ma c’è qualcosa di sbagliato, la tua perfetta felicità comincia ad essere venata da una leggera apprensione.

Fino a qualche settimana fa avevi un sacco di cose da fare, a dire il vero non avevi tempo a sufficienza per fare tutto quello che avresti dovuto. Avevi uno scopo, un sentiero chiarissimo tracciato davanti ai tuoi piedi. Dov’è quel sentiero adesso? Davvero devi prendere una decisione? Davvero adesso hai la responsabilità di costruirti un futuro?

Wow, questo si che è spaventoso. Ma è anche eccitante!

A meno che tu non sia fortunato abbastanza da avere qualcuno disposto a mantenerti in modo permanente, ti serve un lavoro. Possibilmente uno che sia collegato a quello che hai studiato all’Università, perché non vuoi che la tua laurea sia inutile, vero? Vero. Lo sai che è difficile trovare un lavoro, ancora di più se stai cercando quello giusto per te, però ricominci a sentirti bene. Perché? Perché adesso hai un piano, hai di nuovo uno scopo. Pieno di rinnovato entusiasmo, siedi di fronte al computer e inizi a scrivere il curriculum vitae.

L’odissea comincia qui.

Davanti alla pagina bianca del tuo computer, una sfilza di domande improvvisamente fa capolino nella tua mente: è meglio usare il formato Europeo oppure è il caso di scrivere il CV seguendo l’ispirazione? Forse il formato Europeo è la scelta migliore perché è ben organizzato e riconoscibile. Ma forse i selezionatori e i responsabili del personale sono stufi di leggere pile di CV che sembrano tutti uguali. Ho poca o nessuna esperienza, come posso mettere questo aspetto nella miglior luce possibile?

Non puoi mentire nel tuo CV. Davvero, è una cosa stupida da fare. Non puoi fingere di avere competenze professionali che non hai. E se qualcuno ti chiedesse di provare quelle competenze e tu non fossi in grado? Potrebbe essere la fine di una carriera. No, non puoi mentire. Ma non puoi nemmeno essere troppo onesto. Dio, hai un carattere così difficile che nessun datore di lavoro ti vorrà mai assumere e, ora che ci pensi, tutte le tue conoscenze ti sembrano senza scopo.

In qualche modo riesci a mettere insieme un CV decoroso. Qual è la tua prossima mossa? Dovresti cercare aziende interessate ad un profilo come il tuo. Forse potresti chiedere aiuto a qualcuno… Chi?

Questo è il problema. Improvvisamente ti rendi conto che ogni persona con cui hai stabilito un rapporto umano durante gli ultimi cinque anni in questo momento sta facendo esattamente la stessa cosa che fai tu. Nella migliore delle ipotesi sono sulla tua stessa barca, nella peggiore sono tuoi concorrenti.

Ti serve una bussola per navigare in questo mare sconosciuto. Più facile a dirsi che a farsi.

[…continua…]

One thought on “Alla ricerca di un lavoro #1 – Quando l’odissea comincia..

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s