Non arrendersi è questione di esercizio

Nelle settimane passate ho pensato molto alla mia passione per la scrittura e ho cercato di stabilire una routine di scrittura, compatibilmente con il mio lavoro di tutor di chimica e matematica e le faccende di tutti i giorni. Come al solito, ci è voluta una bella dose di buona volontà per non rinunciare e questo mi ha fatto ripensare ai post che ho scritto sull’argomento.

Giusto per ricapitolare quello che ho già detto:

  1. primo passo: prenditi un po’ di tempo per capire cosa vuoi veramente realizzare, qual’è la tua passione, a che cosa non puoi rinunciare. Ascolta il tuo istinto.
  2. secondo passo: impara a lasciar perdere quello che non è salutare per te, quello che ti distrae dalle cose importanti e quello che ti trattiene. Non vergognarti di arrenderti su qualche fronte.
  3. terzo passo: trova un mantra per i momenti difficili, che ti aiuti a ricordare perché hai compiuto certe scelte.

E ora?

Esercitati.

Non arrendersi, non rinunciare alle nostre passioni, è difficile e ci saranno dei momenti in cui sarai tentato di tornare indietro perché, anche se la tua vita di prima non era soddisfacente, era più facile perché ben nota.

Tuttavia, se la tua passione è forte abbastanza, puoi combattere questi momenti di debolezza con la pratica. Ripeti a te stesso che ne vale la pena, perché anche se è faticoso ti fa sentire bene. Quindi esercitati, fai quello che devi fare, anche se in quel momento non ti va, anche se sei stanco e c’è una parte del tuo cervello che ti dice “No, non oggi. Magari domani”.

Se fai pratica abbastanza a lungo, crei una routine. Per me funziona con la scrittura! Mi costringo a scrivere anche se non sono ispirata e, sebbene sul momento sia faticoso, alla fine sono contenta di averlo fatto.

L’esercizio funziona praticamente per tutto: scrivere, dipingere, cantare, suonare uno strumento, seguire una dieta, cambiare stile di vita, fare sport, prendersi cura degli altri… La parte difficile è questa: è tutta una questione di scelte. Tutte le mattine, quando ti svegli, devi scegliere di fare esercizio e non rinunciare, finché la cosa non ti verrà naturale.

Ci sono diverse strade che si possono provare per riuscire a stabilire una routine:

  1. pianifica: puoi scrivere un piano giornaliero di tutte le tue attività, delle ore dedicate al lavoro e alle questioni di tutti i giorni; in questo modo riuscirai a visualizzare il tuo tempo libero. A quel punto pianifica del tempo dedicato alle tue passioni e cerca di rispettare il tuo piano.
  2. stabilisci un obiettivo: se non hai la possibilità di trovare un po’ di tempo tutti i giorni, allora puoi stabilire un’obiettivo periodico. Per esempio “entro la fine della settimana devo aver fatto questo e quell’altro”. Scrivi il tuo obiettivo, così non sarai tentato di adattarlo lungo la via, e mettilo in bella vista (che ne dici di appenderlo al frigorifero?). A questo punto non importa se fai poco tutti i giorni o molto in un giorno solo, quello che importa è che tu raggiunga il tuo obiettivo.
  3. stabilisci una scadenza: funziona più o meno come con gli obiettivi periodici, ma garantisce una maggiore flessibilità. Stabilisci una scadenza, scrivila sul calendario o sull’agenda (o su entrambi) e fai del tuo meglio per rispettarla.

Quindi… qual’è la tua passione? Come pensi di esercitarti a non rinunciare? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi!

___________________________________________________

Se ti interessa leggere altri post, non dimenticare di iscriverti alla mia mailing list e scarica la tua copia GRATUITA di “Odissea nel lavoro”!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s